Correlazione

La fase di correlazione ha l’obiettivo di verificare l’esistenza di una connessione tra eventi sismici e configurazioni assunte dai pianeti.

Raffaele Bendandi, anni fa, era convinto dell’esistenza di questa connessione… a tal riguardo considerava la Luna come una delle principali cause degli eventi sismici, al pari di quanto avviene per le maree.

La fase di correlazione non cercherà un riscontro sulla congiungente Terra-Luna, si avvarrà piuttosto di modelli generici, che prevedano l’utilizzo di componenti rotazionali. In particolare:

  • ogni pianeta eserciterà un campo gravitazionale dotato di rotore (un vortice gravitazionale)
  • il movimento della materia liquida sottostante la superficie terrestre descriverà un vortice sferico

Si procederà con la variazione dei parametri che definiscono i modelli, alla ricerca di una convergenza verso determinati pattern.

Eventuali “anomalie” nelle teorie che spiegano il fenomeno fisico delle maree, al pari delle “anomalie” presenti nelle orbite descritte dalla Luna, dovrebbero trovare una naturale “giustificazione” con i nuovi modelli utilizzati. Nella ricerca di una correlazione vanno quindi anche considerate:

  • le anomalie nell’orbita della Luna
  • le anomalie nelle maree
  • le anomalie nelle orbite dei satelliti (qualora disponibili)

 


Correlazione
gennaio 30, 2017
Raffaele Bendandi
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterEmail this to someone